Processi di montaggio efficienti grazie a sistemi per la compensazione delle tolleranze

16.06.2021

Mentre finora i veicoli elettrici sono stati spesso prodotti solo in piccole quantità, in futuro dovranno essere montati in modo efficiente e completamente automatico.

Per una catena cinematica servono interfacce multipolari in diversi punti, per alcuni dei quali si possono impiegare connessioni via cavo. Per la connessione diretta di moduli un sistema di docking rappresenta, però, la scelta migliore. Sono in particolare connessioni con barre rigide di distribuzione elettrica a richiedere un sistema di contatto capace di compensare le tolleranze. Questo è il campo di impiego di ODU DOCKING MATE®. Il sistema di innesto è progettato per compensare queste tolleranze in maniera precisa, così permettendo un assemblaggio automatizzato. I componenti della struttura di ODU DOCKING MATE® possono inoltre essere realizzati individualmente e con facilità ed essere integrati con precisione nel sistema complessivo della specifica applicazione.

Con gli adeguamenti degli obiettivi climatici per un futuro a zero emissioni di CO2 in Europa, una modifica della mobilità, ovvero del modo in cui ci spostiamo, è inevitabile. Il passaggio alle tecnologie di propulsione alternative è definitivamente incominciato. Attualmente vengono formulate svariate supposizioni su come si affermeranno le diverse tipologie di propulsione. Tuttavia, un aspetto unisce il mix di tecnologie di propulsione del futuro: un netto distacco dai modelli classici con motore a combustione verso i veicoli elettrici. Con l’elettrificazione dei veicoli e il definitivo ingresso in tutti gli stabilimenti produttivi delle varie case automobilistiche ci saranno nuove sfide nei processi di montaggio.